Eventi

Workshop ECO, dalle ceneri del Google Ventures Design Sprint

13 Aprile | 9:30 ➜ 13:30

Cofare, Corso del popolo 57, Padova

Con Andrea Zanella

Il Workshop

Workshop ECO nasce per supportare le prime fasi di progettazione o ideazione di un progetto. Nel primo caso può essere utilizzato per estrapolare il perimetro e il desiderata del progetto da parte cliente, nel secondo come strumento per fare circolare idee e ottenere spunti per il design.


Livello: intermedio

Contributo per partecipare

€ 50 euro per socie e soci di Architecta (€ 100 se devi rinnovare la quota)

Il programma

A chi non è mai capitato di partecipare a tavoli in cui la comunicazione è unidirezionale, la confusione regna incontrastata e si perde moltissimo tempo senza concludere nulla?
Ecco quindi che il Design Sprint di Google si propone come metodo da seguire per risolvere problemi complessi in modo rapido ed efficiente. Oggi tuttavia questo strumento non risulta essere sostenibile all’interno di un contesto aziendale, sia per l’eccessiva durata (5 giorni) sia per alcuni limiti legati allo strumento stesso.

Da queste considerazioni nasce ECO, un workshop da 1,5 ore, incentrato sulla fase di ideazione e utile per entrare nella testa del committente, agevolare il processo creativo e forzare la fuoriuscita di nuove idee in modo partecipato.
Ad oggi ECO viene utilizzato in Jump (agenzia di comunicazione e software house) in fase di preventivazione e nella fase divergente del ciclo di design.

Alle 13.30, con la chiusura del workshop, abbiamo previsto un piccolo momento conviviale con un aperitivo per due chiacchiere e per salutarci.

Iscrizioni

Puoi acquistare il biglietto e prenotare il tuo posto.
Contributo per partecipare: € 50 euro per socie e soci di Architecta (€ 100 se devi rinnovare la quota).

Per partecipare, invia una mail ad amministrazione@architecta.it e ti daremo tutti i dettagli per iscriverti.

Andrea Zanella

Sono un Lead UX Designer con un forte interesse per i workshop e per la facilitazione dei tavoli di progetto.

Da alcuni anni studio strumenti e tecniche “classiche” e più recenti, al fine di creare un mio kit di workshop per ogni evenienza. Mi piace l’idea di smembrare le riunioni tradizionali, identificarne gli obiettivi e da questi ripartire per sostituirle con attività di Design Thinking ove possibile. Il fine ultimo è di favorire la progettazione partecipata, permettendo a ciascuno di esprimersi e di portare valore al tavolo, abbattendo i tempi e ottimizzando le attività.